LA STORIA

Lepanto, Città della Grecia, ricordata come il luogo di una storica battaglia navale.

Nel 1571,  la flotta cristiana conquistò  una importantissima vittoria contro la flotta turca. Marcantonio Colonna, Signore di Marino, al comando di una nave ammiraglia dello Stato Pontificio, con a bordo moltissimi marinesi, ebbe ruolo importante nella vittoria finale.

Durante la SAGRA DELL’ UVA, ideata dal poeta marinese Leone Ciprelli, viene rievocato quell’ evento con la tradizionale Sfilata storica, dove i ragazzi delle LEPANTO portano in processione lo Scudo di Lepanto.

Il 10 Febbraio 1923, Zaccaria Negroni, insieme ad un gruppo di giovani marinesi, volendo dare vita ad una società  sportiva, la prima di Marino, pensò  bene di intitolare quella iniziativa alla storica impresa, chiamandola ” Unione Sportiva Lepanto “, prendendo a simbolo lo scudo ottomano, riportato a Marino da Marcantonio Colonna a testimonianza della vittoria sui Turchi. Ancora oggi lo scudo e’ visibile nella Basilica di San Barnaba.

Per anni la U.S. Lepanto ha rappresentato molto di piu’ che una societa’ di Calcio, andando a ricoprire un ruolo aggregante all’ interno del tessuto sociale marinese, collaborando, a livello sportivo e non solo, con l’ Oratorio, tanto che la Sede Sociale della società era collocata nella Casa Parrocchiale.

Passano gli anni e intorno al 1970 Melezio Onorati, decide di riorganizzare la società e viene nominato Presidente.

Un Presidente innovatore, che ancora oggi ci sentiamo di ringraziare. La impostazione che diede alla Società fu assolutamente futuristica, con gli Atleti che erano parte attiva e vitale della vita societaria, tanto da avere un loro rappresentante nel Consiglio Direttivo.

Le iniziative furono tantissime, tra le altre vogliamo ricordare il ” Raduno”, dove si dava voce ai Fondatori, ma anche ai giovani Atleti. Tutti avevano modo di esprimere le loro opinioni, le loro idee, i loro sogni, in maniera paritetica, perché ognuno era importante alla stessa maniera.

Nel 2009 un gruppo di Lepantini rilancia l’ iniziativa di ridare vita alla LEPANTO, idea subito accolta da tanti appassionati. Viene nominato Presidente Massimo Gargano.

Rinasce cosi la LEPANTO di oggi. Nel 2009 partecipa al Campionato di 3^ Categoria e vince il Campionato Amatoriale ACLI. Nel 2010 si uniscono le forze con un’ altra importantissima realtà sportiva marinese, la Pro Marino, portando in dote il titolo di 1^ Categoria. Dopo 3 anni di 1^ Categoria, sempre in lotta per il titolo, viene promossa in Promozione nella Stagione Sportiva 2013/2024.

Sempre attenta i giovani, ma non come vorrebbe, dal 2010 in avanti è sempre presente con una seconda squadra (Juniores) e nel 2012_2013 conquista il Campionato di Categoria (Juniores Under 21). Finalmente per la Stagione Sportiva 2014/2015 mette a punto una struttura societaria per far fronte ad una Scuola Calcio e ad un Settore Giovanile con l’ obiettivo dichiarato di diventare di riferimento per i Castelli Romani.

La Stagione Sportiva 2014/2015 può essere quella del definitivo lancio nell’ orbita dell’ elite dilettantistica grazie alla   Partnership con il gruppo facente capo a Stefano Bianchi che, dopo la importante esperienza con la Polisportiva Ciampino, decide di dar vita ad un nuovo e ambizioso Progetto con il Presidente Gargano.

Il resto è storia recente, dopo aver sfiorato lavittoria nel campionato di Promozione 2014/2015 …. a lungo prima in classifica, conquista la Eccellenza l’ anno s¨ccessivo con una splendita cavalcata che la porta avva vittoria della Coppa Italia nella splendida connice di Monterotondo, portando dugli spalti tutta Marino.

Non da meno il Settore Giovanile che conquista due titoli Regionali (Allievi Fascia B er Giovanissimi) e la Coppa della Provincia sempre negli Allievi Fascia B. La SCUOLA CALCIO si guadagna l’ ambito riconoscimento ELITE.

La scorsa stagione ci vede protagonisti anche nel Calcio a 5 con la vittoria nel Campionato di Serie D e la conquista della Coppa della Provincia.

Un progetto ambizioso che prosegue con la ristrutturazione del CENTRO SPORTIVO di Villa Desideri che il Comune ci assegna per cinque anni e dove disputeremo il Campionato di Serie C2 e Under 21 oltre che le attività dei piccoli della Scuola Calcio (Piccoli Amici e Primi Calci).